Video marketing: le tendenze che si stanno diffondendo

Autor: DIL SE Estudio Creativo
-
Fecha: 31 Luglio, 2019

Negli ultimi 10 anni, il panorama digitale si è trasformato a un ritmo vertiginoso. Le persone non hanno più limiti quando interagiscono con i contenuti web: siamo in grado di connetterci da dispositivi portatili, in qualsiasi momento e da qualsiasi luogo. Le ultime statistiche dell’Associazione per la ricerca sui media (AIMC) indicano che il 69% degli spagnoli trascorre più di due ore su Internet, mentre il 42,6% lo fa per più di 4 ore.

Questa abitudine di consumo ha trasformato, allo stesso modo, il modo in cui comprendevamo il concetto di marketing. Oggi, Il contenuto promozionale del successo sarà quello che si adatta e risponde a ciò che il consumatore desidera, al momento giusto e con la forma appropriata. In questo senso, dobbiamo anche prestare attenzione ad un altro dei fattori analizzati da AIMC … per cosa spendono gli spagnoli su Internet? Le cinque attività più popolari su Internet sono leggere notizie (85,5% degli intervistati), vedere video (83,4%), consultare le mappe (73,4%), guardare il tempo (72,2%) e ascoltare la musica in streaming (58,7%). Va notato che, oggi, Youtube è già il secondo motore di ricerca più utilizzato al mondo, superato solo da Google.

Il motivo per cui il video sta diventando il formato di consumo delle informazioni preferito dagli utenti è senza dubbio la sua semplicità e la sua capacità di sintesi. Il video ha la capacità di condensare, in breve tempo, spiegazioni visive su un argomento specifico. Quando offriamo la possibilità di visualizzare un prodotto o un servizio e i suoi vantaggi attraverso un video, il messaggio penetrerà più fortemente, poiché il pubblico tende a credere, più facilmente, ciò che vede.

D’altra parte, il video acquisisce sempre più peso su Internet perché il suo consumo richiede meno sforzi da parte dell’utente. Il nostro cervello elabora le informazioni visive 60.000 migliaia di volte più velocemente di quanto sarebbe necessario per elaborare le informazioni in un testo. Nel ritmo vitale accelerato dei nostri giorni, il video marketing è probabilmente il formato digitale che meglio si adatta alle esigenze del pubblico, per il suo valore, per la sua rilevanza e per la sua flessibilità. Una pubblicazione video aumenta la sua copertura organica media fino al 233%.

Come posso includere il video nella mia strategia di contenuti?

Se non sei ancora sicuro di come includere il marketing video nella tua strategia di comunicazione digitale, ti lasciamo le tendenze audiovisive che trionferanno nel 2017 per ispirarti.

1 – Video in diretta o in streaming:

Lo streaming video è un’opportunità per connettersi con l’utente in modo più trasparente. L’ascesa di applicazioni come Facebook Live, Periscope o Instagram, tra le altre cose, ha aumentato la popolarità di questo nuovo formato. Le possibilità offerte sono infinite: dalla ritrasmissione di eventi alla creazione di programmi televisivi, attraverso la chat video. Consenti al pubblico di entrare nella tua quotidianità, favorendo l’empatia.

2 – Storie video:

Il video è consolidato come la soluzione perfetta alla mancanza di tempo e all’informazione eccessiva dei nostri giorni. Il suo formato ci consente di sintetizzare e assorbire le informazioni rapidamente e senza troppi sforzi. Servono per informare e raccontare storie, e quindi sono facilmente viralizzabili. Questi video sono in genere brevi (non più di un minuto) e multi-dispositivo (includono i sottotitoli leggibili dal telefono cellulare), poiché sono spesso consumati da percorsi o luoghi pubblici.

3 – Video a 360º:

L’innovazione è essenziale per raggiungere la differenziazione. Il video a 360º e la realtà virtuale sono una delle tendenze emerse maggiormente quest’anno. La sua prospettiva rivoluzionaria e la possibilità di “intromettersi” nel vero ambiente di registrazione hanno affascinato un pubblico desideroso di nuove esperienze. Youtube, Facebook e Twitter hanno optato fortemente per questo nuovo formato che, per ora, sta crescendo inarrestabilmente.

4 – Video aziendali / promozionali:

Dopo aver visto un video, Il 64% degli utenti si sente più predisposto ad acquistare un prodotto o servizio. Il video è probabilmente lo strumento migliore per dire al pubblico cosa fai. L’informazione è accompagnata da un’estetica visiva e da musica, favorendo la connessione dell’utente, motivando le emozioni e aumentando le possibilità di coinvolgimento.

5 – Video effimeri:

Il contenuto effimero è qui per rimanere. Snapchat era la colpa di questo “boom” e poi seguito da Instagram Stories. Questo formato, come il video live, aiuta a umanizzare i marchi. I contenuti scompaiono ogni 24 ore e per questo motivo sono meno elaborati. Non richiedono tanta pianificazione, né reattività, come un video live, ma sono ancora molto efficaci.

Se vuoi iniziare a includere video nella tua strategia di contenuti e non sai molto bene da dove iniziare o hai un’idea ma ti mancano i mezzi per eseguirla, non esitare a contattarci. Scrivici e scopri i nostri servizi di produzione audiovisiva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *